Via Pierluigi Nervi 64
00063 Campagnano di Roma (RM)
info@radionica.it
previdi.alessandra@gmail.com

+39 338 8648127
Caricamento Eventi

1 e 2 LIVELLO T.E.I con CAROL SAITO 1-2-3 febbraio TORINO

CORSO 1 LIVELLO TEI  (Terapie Energetiche Integrate)

Insegnante Carol Saito

Per iscrizioni e informazioni Elena tel. 3405994460

Tecniche riequilibrio energetico

  • Lavorare su tutti i piani della struttura della mente: Emozioni, pensieri, immagini, sensazioni fisiche
  • Motivazione antagonista o inversione psicologica
  • Accettazione – significato ed esercizi
  • Respirazione attraverso la ghiandola pineale – respirazione alternata per il riequilibrio

– La Matrice Eterica – Chi siamo: la verità

– Essential Skills  Basic PEAT- “Tecnica per guarire la relazione tra sistemi bioenergetici, processi neuro ed elettro-fisiologici e funzioni mentali che coinvolgono pensieri, emozioni, sensazioni e comportamenti”.

– Il trauma allo specchio

– Gyre Dissolving Technique – Tecnica per la rapida integrazione emotiva di traumi ed eventi dolorosi

– Manipolazione del dolore fisico

– E.P. – La psicologia energetica come approccio mente-corpo per comprendere e migliorare il funzionamento umano. Lavoreremo sulla relazione tra i sistemi bioenergetici, i processi neuro ed elettrofisiologici e le funzioni mentali che coinvolgono pensieri, emozioni, sensazioni e comportamenti.

– Trattare i problemi emotivi come “archetipi” collettivi, sovraspaziali, sovratemporali. Uso dello sciamanesimo e il DP 4  – Il nostro sé ombra e recupero d’anima

– Rimuovere il nostro sistema di “credenze negative” e pensieri auto-limitanti

– Comunicazione Ristrutturazione e Integrazione degli Emisferi con la ricerca e integrazione delle polarità primordiali.

– I.C.V. – Interazioni mentali comportamentali e verbalizzazioni attive

– Unwanted Inherited or Personality Traits – Come correggere La nostra personalità acquisita o ereditata, usando il vuoto come elemento operativo

– Il “Magico… se” – la procedura di Stanislavskij reinterpretata come bio-psicotecnica per interpretare ed elaborare le emozioni interiori

 

 

Testimonianza: Bali – Indonesia

 

Quando ho sentito parlare per la prima volta di P.E.A.T ho pensato che fosse una specie di fertilizzante. In un certo senso questa è una metafora appropriata per ciò che P.E.A.T (Primordial Energy Activation & Transcendence) per le persone che sperimentano questa metodo intrigante. Zivorad Mihajlovic Slavinski è l’inventore di queste tecniche. Zivorad è sempre alla ricerca di modi più efficaci, più rapidi ed efficaci per trasformare i problemi delle persone. Di conseguenza, ha scoperto questa straordinaria tecnica nel 1999 che combina psicologia, digitopressione e terapie energetica. Egli paragona P.E.A.T ad una forma di “Tecnologia Spirituale”, perché afferma che i potenti effetti di ricevere un trattamento con P.E.A.T sono sia rapidi sia nella maggior parte dei casi, permanenti. Le persone con fobie, paure, comportamenti cronici che li limitano o anche quelli con disturbi fisici hanno scoperto che dopo una o due sedute PEAT il loro problema iniziale non ha più un forte effetto su di loro o è stato completamente eliminato.

Sì, questo può sembrare difficile da credere che dopo solo una o due sessioni si possa essere liberi da qualcosa di profondamente radicato come una fobia, ma l’ho potuto vedere personalmente al workshop di P.E.A.T a cui ho partecipato a Ubud (Bali-indonesia). Una giovane donna che era una  aracnofobica grave non poteva nemmeno sentire la parola ragno senza contorcersi.

Dopo 20 minuti di P.E.A.T con Carol Saito, un trainer certificato di fama internazionale di P.E.A.T. che è stata una dei primi studenti di Zivorad ad apprendere questo metodo innovativo, la donna non aveva più paura dei ragni. In effetti, si sentiva a suo agio nel parlarne e ha accettato la proposta di  Don Wells, un operatore P.E.A.T, di portare la sua Tarantula il giorno dopo per verificare se la donna fosse veramente guarita dalla sua fobia o meno. Con nostra grande sorpresa, questa donna era così a suo agio con il ragno, che le permise di strisciare sul suo braccio. In quel momento ho capito che questa tecnica aveva qualcosa di veramente straordinario. Non ho mai sentito parlare di nessuno che si fosse liberato completamente di una fobia così rapidamente e con poco sforzo.

Durante il workshop, abbiamo imparato a conoscere tre tipi di P.E.A.T, ma ci sono alcuni altri tipi di cui non parlerò in questo articolo. Carol Saito si è concentrata principalmente su “Deep PEAT”, che viene utilizzato per problemi di lunga data e problemi cronici. È stato inoltre introdotto il nuovo “Basic PEAT”, che rappresenta un miglioramento rispetto alla “Shallow PEAT” ed è particolarmente utile per i traumi recenti, i problemi fisici ed emotivi attuali, così come lo stress, l’insonnia e una varietà di altri disturbi.

Una tipica sessione Deep PEAT
Ci sono diversi passaggi per lavorare con qualcuno con un problema cronico come ad esempio la bassa autostima, eccesso di alimentazione o altre cattive abitudini di vecchia data. In primo luogo, l’operatore deve definire il reale problema conducendo una breve intervista con il cliente. L’operatore si concentra su un incidente o esperienza, aiutando il cliente a definire chiaramente la parte più difficile di quell’esperienza. Successivamente, viene creata una struttura dell’obiettivo chiedendo al cliente quali risultati vorrebbe ottenere dalla propria sessione. Dopo questo, l’operatore  mostra la posizione del punto “io” dove il cliente verrà periodicamente invitato a toccare mentre dirà ad alta voce affermazioni specifiche relative ai suoi sentimenti ed emozioni.

Inoltre, ci sono altri tre punti principali che l’operatore mostra al cliente. Questi sono su entrambi i lati del viso e vengono stimolati toccando leggermente gli occhi con l’indice e il medio. L’operatore spiega quindi i quattro elementi che costituiscono tutto il contenuto delle nostre esperienze. Questi sono: immagine, emozione, sensazione corporea e pensiero. Il cliente viene invitato a “vedere cosa ha visto”, “sentire l’emozione che ha provato”, “pensare lo stesso pensiero” e “sentire come si sentiva il proprio corpo”. Di solito la sensazione iniziale cambierà. Quando ciò accade, l’operatore chiederà al cliente a tornare al suo punto “io” e ripetere una nuova affermazione a seconda del  nuovo sentimento/emozione che è sorto.

Questo processo continua fino a quando il cliente non raggiunge quello che viene chiamato uno “stato di pleroma” che è una profonda pace interiore, amore o senso di libertà. Una volta che il cliente ha raggiunto questo stato, si chiede se sente che c’è qualcosa dentro di sé che la oppone alla risoluzione di questo problema. Se il client dice sì, allora Deep PEAT viene ricominciato, in caso contrario, l’operatore chiede al client se ritiene che questo problema potrà verificarsi nuovamente in futuro? Se il cliente dice no, e se non ci sono altre persone che hanno “partecipato” a questa situazione, allora si procede col perdono. La sessione si conclude con una bella meditazione di espansione, che riempie il cliente di luce e un profondo senso di pace interiore. È importante che il cliente se ne vada sentendosi bene. Se sorgono altri problemi durante il corso della sessione, l’operatore ne prenderà nota in modo che possano essere indirizzati in un altro momento.

P.E.A.T è davvero una forma affascinante di psicologia energetica che ha il potenziale per aiutare molte persone a risolvere problemi di vecchia data.
Copyright © 2008 michele cempaka Email: michelina630@hotmail.com

 

 

Data

Start
febbraio 1 @ 0:00
End
febbraio 3 @ 23:59
Category

Luogo

Torino
REGISTER

Condividi evento

Lingue »